fbpx
La fotografia dell’Italia fatta dagli italiani

La fotografia dell’Italia fatta dagli italiani

Italy in a day

Italy in a day, così si chiama il nuovo progetto RAI coprodotto con Indiana Productions. Una fotografia dell’Italia fatta dagli italiani stessi. L’idea è di far filmare agli italiani un giorno, o frammenti di una giornata, con qualsiasi strumento video (anche uno smartphone) e di inviarli al sito www.italyinaday.rai.it. Gabriele Salvatores sarà il regista che visionerà e sceglierà i pezzi che verranno montati in un unico grande collage.

italy in a day

Il progetto è definito “un entusiasmante esperimento di cinema collettivo” che riprende l’idea originale di un film corale e mondiale di Ridley Scott dal titolo Life in a day e diretto da Kevin Macdonald. Sabato 26 ottobre è la data scelta in cui dovranno avvenire le riprese dei cittadini e, sempre nello stesso giorno, si darà ufficialmente il via ad un cinema fatto dal basso.

Si hanno 24 ore di tempo per completare la propria opera e tre settimane per caricarla sul sito. Si ricordi inoltre che, oltre a dover essere tecnicamente decenti, i video verranno scelti per la loro unicità, bellezza e creatività. Il primo film italiano fatto dai suoi protagonisti lo si potrà vedere non prima del prossimo autunno, in attesa sono già disponibili Britain in a day e Japan in a day.

Ora tocca a noi. Buon lavoro!

Dante Ferretti in mostra al MoMA

Dante Ferretti in mostra al MoMA

Un artista italiano

Un artista italiano al MoMA di New York, tutt’ora vivente, è un bel traguardo. La retrospettiva Dante Ferretti: designing for the bigscreen, celebra lo scenografo e Francesca Lo Schiavo, moglie nonché  sua miglior collaboratrice. In una retrospettiva si alternano 50 bozzetti, proiezioni e allestimenti di 22 film dal 1969 ai giorni nostri.

Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo

Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo

 

Nella lunga carriera lavorativa la coppia Ferretti-Lo Schiavo, tra i molti premi, ha ricevuto anche tre Oscar, rispettivamente per The Aviator (2005), Sweeney Todd (2008) e Hugo Cabret (2012). Tra poco li attenderà anche una visita alla Casa Bianca, incontro voluto dalla first lady Michelle Obama.

Il regista Martin Scorsese dice dell’amico Ferretti che le sue scenografie sono un ottimo lavoro perché sembra di stare in luoghi reali. Fortunatamente l’alta artigianalità italiana si distingue ancora, nonostante tutto.