fbpx

La cultura cinematografica gratuita

Open Culture gratuito

E se potessimo vedere i film che hanno fatto la storia solo con un click? Una cultura cinematografica gratuita? Certo, perderemmo la magia del grande schermo ma la nostra sete di cultura cinematografica potrebbe sentirsi, almeno in parte, appagata. Ci sono molto molti siti su cui guardare film o scaricarli ma la maggior parte non sono legali. Ce ne sono però altri su cui poter guardare i film gratuitamente e in maniera del tutto legale perché privi di copyright o concessi in cambio di pubblicità. È il caso di Open Culture che offre più di 700 titoli divisi per genere. Per gli amanti dei classici troviamo Internet Archive Classic e Classic Movies o Classic Cinema on Line, dal design più accattivante.

C’è poi Voddler, lo Spotify dei film. I film sono quasi sempre in lingua originale senza la disponibilità di scegliere i sottotitoli. Purtroppo in alcuni casi, come “La Ciociara”, sono doppiati in inglese. Nel qual caso consigliamo sempre l’originale.

L’inedito Metropolis

Il negativo 16 mm ritrovato

Venticinque minuti sono rimasti nascosti per quasi novant’anni. Era il 1927 e a Berlino veniva presentato per la prima volta Metropolis di Fritz Lang. Dopo quella prima visione, però, il film subì diversi tagli sia da parte dei produttori americani che da quelli tedeschi. Poi, nel 2008, è stato ritrovato un negativo in 16 mm in formato sonoro e con l’aggiunta della colonna sonora originale.

Da qui è iniziato il lungo lavoro, opera del Friedrich-Wilhelm-MurnauStiftung e Deutsche Kinemathek, che ha dato alla luce la versione completa e totalmente restaurata. Ed ora è disponibile nei cinema e in DVD.

Facebook e WhatsApp sfidano Skype & Co.

Facebook, con l’acquisto WhatsApp, ha deciso di sfidare Skype, Viber e WeChat

Facebook, con l’acquisto WhatsApp, ha deciso di sfidare Skype, Viber e WeChat proponendo, oltre ai messaggi, anche le chiamate vocali. Sono già circolate le immagini con la nuova App aggiornata con la funzione di chiamata. A pubblicare le schermate di questo nuovo servizio è stato il blog specializzato iPhoneItalia. Il sito racconta che le chiamate potranno essere effettuate quando si è connessi a Internet, sia con rete WiFi sia con rete cellulare 3G.

In alto della schermata ci sarà l’opzione “WhatsApp Call” che segnala la chiamata entrante così da far sapere all’utente che la chiamata avviene tramite internet senza che si intacchi la bolletta telefonica. Nella parte in basso compariranno i pulsanti “Muto”, “Messaggi” e “Speaker”. Inoltre sarà inserita la fotocamera, disponibile nel riquadro della chat, ma per questa novità dovremmo attendere l’estate.