Gli spot pubblicitari ai tempi del Coronavirus

Gli spot pubblicitari ai tempi del Coronavirus

Eccoci ad un altro appuntamento sul nostro blog. Visto il probabile estendersi del Lockdown in Italia, nonostante gli incoraggianti dati di questi giorni, il periodo di quarantena non sembra terminare nel brevissimo periodo. Grazie a questo momento di chiusura forzata nelle nostre case ed un ritmo lavorativo più lento, possono essere maggiori i tempi dedicati al relax. Per questo motivo abbiamo pensato di scrivere questo articolo per segnalarvi quelli che secondo noi sono gli spot televisivi più interessanti del periodo

Comunicare durante il Coronavirus

Per la nostra attività non cambia molto, le attività di comunicazione social e web e non si fermano. Tutto il mondo del marketing, nonostante il momento difficile, deve continuare la propria attività. Come abbiamo visto la scorsa settimana i grandi brands hanno rivisto la loro comunicazione per continuare a mandare messaggi anche in questo frangente. Una fase molto importante perchè diventa fondamentale rassicurare i propri utenti mantenendo il più possibile una presenza discreta ma positiva.

Ecco qui, come promesso, una lista di spot televisivi che stanno girando sulle principali reti. Il loro comune denominatore è raccontare il momento e puntare sul senso di solidarietà ed orgoglio che sta attraversando la nostra penisola. Come potete vedere nella selezione proposta la componente emozionale sembra essere l’ingrediente principale.

#DistantiMaUniti

Dopo i primi giorni di Lockdown la Presidenza del Consiglio dei ministri ha fatto uscire questo Spot in cui molti volti dello sport italiani hanno prestato il loro volto per la campagna #DistantiMaUniti.

In questo momento in cui abbiamo chiesto al Paese di rispettare indicazioni particolarmente impegnative, tra cui quelle della “distanza di sicurezza” e di evitare il contatto fisico, c’è il rischio che questo possa presto trasformarsi in “isolamento” e che ci si allontani l’uno dall’altro.
La campagna social #iorestoacasa vuole sottolineare la necessità di queste misure. Ma stare a casa non significa essere soli: una scelta da prendere per la cura di se stessi e degli altri. Perché siamo una comunità unita anche nella distanza #DistantiMaUniti

A questa iniziativa si è aggiunta anche la Campagna “Grazie” sempre ad opera della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in cui si ringraziano tutti coloro che si stanno spendendo in questa emergenza. L’invito è anche quello di supportare gli sforzi degli operatori, mantenendo il più possibile un comportamento responsabile.

Barilla: un omaggio all’Italia che resiste

Il video proposto da Barilla questa settimana fa leva sull’orgoglio italiano. Come dice la voce “All’Italia che ancora una volta resiste”. Un video che desidera ringraziare chi, con il proprio lavoro o nei piccoli gesti quotidiani, sostiene il Paese in un momento storico di grande difficoltà. La voce narrante è di un’icona Italiana nel mondo: Sophia Loren. Un sincero messaggio di vicinanza a tutti coloro che stanno affrontando l’emergenza in prima linea: dai medici che accudiscono i malati in ospedale, da chi si occupa della famiglia a casa; a chi lavora tutti i giorni in fabbrica. Tutti coloro che sono accomunati dalla voglia di superare questo periodo. La chicca dello spot è il recupero della famosa musica anni 80 dei vecchi spot Barilla.

Ricordate tutti questa storica pubblicità, vero?

Vodafone: lo spot girato da casa per essere insieme

Vodafone che offre servizi di telefonia e connettività racconta con il suo spot la nuova quotidianità imposta dalla quarantena, un’idea originale che coinvolge gli utenti e sottolinea l’importanza della rete e dell’essere connessi per continuare a vedersi sentirsi e lavorare. Lo spot è interamente girato da clienti Vodafone e sottolinea le diverse attività che possono essere fatte “insieme” pur essendo lontani. Nello spot c’è segnalata la possibilità di partecipare con Vodafone a sostegno della Croce Rossa Italiana. Il montaggio ed il ritmo incalzante della musica rendono bene l’idea di energia e di ottimismo che lo spot desidera dare.

Esselunga: una mano nonostante i guanti

Esselunga ringrazia i propri dipendenti ed i propri clienti per l’impegno e l’unità dimostrata in questo periodo difficile. Viene sottolineato l’impegno di chi lavora per il gruppo lombardo della GDO e la fiducia dei clienti.

Parmigiano Reggiano: Anche noi restiamo a casa

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano punta al messaggio di rimanere a casa, come stanno facendo i casari che rimangono “a casa” nei caseifici per impegnarsi a non far mancare sulle tavole un prodotto così centrale nella nostra cucina. Al termine del filmato interviene proprio il Presidente del Consorzio a rassicurare tutti ed ad invitare le persone a restare a casa poiché ci penserà il consorzio a rifornire il Paese.

Bauli: #Pasquaconituoi

Bauli ha avuto un’idea interessante collegando i propri social alla televisione. Per avere l’opportunità di vedere il proprio messaggio trasmesso in televisione è sufficiente pubblicare su Instagram una Story con gli auguri dedicati ai propri cari, utilizzando l’hashtag #PasquaConITuoi e taggando @ Bauliitalia. I migliori contenuti sono poi selezionati e utilizzati negli spot che stanno passando ora in televisione.

Ikea Spagna: Tu casa tiene algo que decirte

Ikea Spagna ha confezionato uno spot il cui titolo è La tua casa ha qualcosa da dirti. Sottolinea come, soprattutto in questo periodo, la casa sia un rifugio sicuro. Un punto fermo che come dice il testo in chiusura sarà lì per te sempre, indipendentemente da ciò che verrà.

Comunicare durante l’emergenza Covid-19

Speriamo che questa selezione di spot vi sia piaciuta e che vi abbia fatto sorridere. Al di là delle varie sfaccettature di ciascun video, questa selezione mostra alcuni punti fermi della comunicazione del momento. Prima cosa è l’intento di infondere un messaggio di positività. E non potrebbe essere diversamente poiché sarebbe inutile e stucchevole stressare sulle difficoltà. Secondo punto è la prospettiva. Bisogna fare parlare le persone: clienti e dipendenti che stanno facendo un passo in più. La difficoltà deve essere raccontata come qualcosa che può farci rinascere verso un futuro migliore.

 

7 modi per aumentare le conversioni nei tuoi social

7 modi per aumentare le conversioni nei tuoi social

I Social media si stanno sempre di più diffondendo e sono ormai uno strumento insostituibile per chi desidera fare conoscere i propri prodotti e servizi ad una nuova fetta di mercato. Secondo la ricerca Digital 2017 Global Overview, il numero di utenti attivi nelle principali piattaforme sociali è di circa 2.789 Miliardi ed ha una crescita media di circa il 7% anno.

Vuoi sapere i più sui numeri del digitale nel 2017? Scopri qui sotto il nostro articolo

Nonostante questa grande fetta di utenti, creare un seguito sui propri social non è affatto facile. L’audience sui social è volatile e le persone vanno e vengono con molta rapidità.

 

Colpire l’attenzione di un utente oggi e fare in modo che questo rimanga parte della tua audience anche domani. Facendo così potrai aumentare le interazioni nelle tue pagine social e ovviamente le possibili conversioni verso i prodotti o servizi che vendi.

Per fare questo vediamo 7 consigli che possono esserti utili.

Programma i tuoi post sui tuoi social

La cosa positiva dei Social è che ti permettono di avere followers da tutto il mondo e, soprattutto, di tenere traccia di tutto quello che fai sui tuoi profili.

Cerca di capire quando i tuoi post hanno maggiore seguito e cerca di programmare il tuo calendario editoriale andando ad incontrare quei momenti. Tieni conto inoltre dei contenuti e degli argomenti di cui tratti, per evitare inutili e noiose ripetizioni.

Lo so sembra una cosa banale, ma non lo è. Spesso si posta in automatico senza dare importanza alle statistiche. Un lavoro di verifica e confronto permette di migliorare le performance dei tuoi account in modo significativo. Non lo dimenticare!

Riproponi i tuoi contenuti

Questo è un punto molto importante. Se ritieni che un tuo contenuto sia interessante, ben fatto ed utile per la tua audience, lo puoi riproporre. Se un determinato contenuto ti è stato utile per sottolineare un importante aspetto della tua attività, potrà sicuramente essere valido in un’altro momento per dare enfasi ad un’altro argomento. Spesso cambiando semplicemente l’headline si possono catturare nuovi followers.

Attento però a non esagerare! Tieni sempre traccia dei temi che hai trattato per evitare stancanti ripetizioni.

Ottimizza il messaggio per ciascuna piattaforma

Ogni Social ha il suo linguaggio! Pensare di pubblicare i tuoi contenuti in modo identico su Facebook, Twitter ed Istragram (solo per citarne alcuni) non ti porterà risultati apprezzabili.  Differenzia il messaggio a seconda dello strumento!

Fai buon uso delle landing page

Se desideri portare all’attenzione dei tuoi lettori un particolare tema legato alla tua attività, fai in modo di guidare i tuoi utenti lì dove vuoi che cada la loro attenzione. Una landing page ben fatta ed in linea con ciò che proponi è la soluzione migliore. Che sia fatta per vendere un prodotto, per avere maggiori contatti per la tua newsletter o semplicemente per informare, fai in modo che sia utile e facilmente raggiungibile. I social amplificano il tuo messaggio!

Informa

Il tuo pubblico ti segue per un motivo ben preciso: trova interessate quello che pubblichi. Ricordati di ciò perché questo aspetto è fondamentale. Fai in modo di creare contenuti che abbiano un senso e siano utili alla tua audience per dare risposte ai loro dubbi o risolvere i loro problemi. Non devi essere prolisso per dare le giuste informazioni. Contenuti brevi ed efficaci spesso sono la migliore risposta alle domande dei tuoi clienti.

Scopri qui come migliorare i tuoi testi!

Crea headlines accattivanti

Prima di scrivere il messaggio contenuto nel tuo post, fermati e pensa come formularlo al meglio per catturare l’attenzione di chi ti segue. L’headline è la cosa più importante del tuo post perchè sarà la prima cosa che verrà letta. Da quest’ultima dipenderà il successo del messaggio che stai per diffondere.

Scopri qui come ottenere più condivisioni sui social.

Affidati ad un professionista

I Social richiedono conoscenza e tanta pratica. Avere un buon seguito che produca conversioni verso le novità che proponiamo è l’obiettivo di chiunque utilizzi questi strumenti per lavoro. Sapere come raggiungerlo nel miglior modo possibile è il lavoro di un bravo e preparato consulente digitale. Se non sai come procedere affidati a noi, sapremo analizzare la tua situazione ed proporti un progetto che sia utile al raggiungimento dei tuoi obiettivi!

Come farti trovare dai clienti? C’è l’inbound marketing!

Come farti trovare dai clienti? C’è l’inbound marketing!

Inbound marketing, una strategia per te

Ti affanni a cercare clienti oppure devi delegare ad altri la parte commerciale senza ottenere i risultati sperati? E se fossero i clienti a trovare te? No, non è fantascienza.

Puoi farti trovare dai clienti ma solo se pianifichi una buona strategia di inbound marketing, sfruttando la tua nicchia di mercato.

Partiamo dal presupposto che l’inbound marketing è una strategia che mette al centro il cliente e non il tuo prodotto. Nel manuale “Inbound Marketing. Le nuove regole dell’era digitale” Jacopo Matteuzzi definisce questa metodologia come:

UN INSIEME DI STRATEGIE FOCALIZZATE SUL FARSI TROVARE DA PERSONE INTERESSATE AL NOSTRO PRODOTTO/SERVIZIO, ATTIRARLE VERSO IL NOSTRO MARCHIO E FARLE DIVENTARE CONTATTI, POI CLIENTI, INFINE PROMOTORI

Le fasi dell’inbound marketing

In un mondo dove è sempre più difficile emergere sia online che offline, per fare in modo che più visitatori possibili diventino contatti e poi clienti, anche dopo aver abbandonato il tuo sito devi creare dei contenuti utili per loro, anzi indispensabili.

Il contenuto è il cuore dell’inbound marketing

Innanzitutto cerca di identificare chi sono i tuoi visitatori e allinea i tuoi contenuti ai loro interessi, usando i diversi strumenti che il web mette a disposizione: blog, social network, motori di ricerca.

Per la tua strategia è fondamentale scrivere contenuti di valore da pubblicare sul tuo blog e i tuoi canali social, ma allo stesso tempo puoi mettere a disposizione anche contenuti visual, documenti, e-book e presentazioni o qualsiasi altro contenuto prezioso che i tuoi utenti potranno scaricare lasciando la propria email tramite un form.

Se riesci ad ottenere parecchi contatti, allora la tua strategia di inbound marketing sta funzionando bene. A questo punto crea una mailing list e conquista la fiducia dei tuoi contatti scrivendo delle e-mail con contenuti utili e pertinenti. Il processo di marketing automation, detto anche lead nurturing, ti aiuterà a convertire i tuoi contatti in clienti e a mantenere un dialogo con loro anche dopo il primo acquisto.

Vuoi saperne di più? Approfondiremo l’argomento al workshop Fotografia per il web il 21 e 28 ottobre a Chieri.

Per informazioni e iscrizioni: www.fotografiaperilweb.com, fotografiaperweb@gmail.com

Sheila Gibalerio

Vuoi saperne di più? Contattaci!

Proteggi il content marketing dal sole estivo: 10 consigli utili

Proteggi il content marketing dal sole estivo: 10 consigli utili

Consigli utili per ottimizzare i tuoi contenuti

Content is the king, ormai lo ripetiamo da un po’. Perché? Semplice, secondo uno studio condotto da Yahoo ed Enders Analysis 

La spesa delle aziende in content marketing su internet raggiungerà nel 2020 un giro d’affari di 2,1 miliardi di euro, con una crescita del 186% rispetto al 2014.
Lo studio è stato condotto su 19 mercati del Vecchio Continente, tra cui anche l’Italia. I dati parlano chiaro. E pensare che qualche anno fa non si sapeva nemmeno che cosa fosse il content marketing e invece oggi non si parla d’altro!
Non ci resta che stare al passo con i tempi e sfruttare le proprie capacità per cogliere il momento. Ci sono però alcune accortezze da utilizzare.

Se proteggi il tuo content marketing non rischi di scottarti

L’estate è giunta, la gente inizia ad andare in vacanza e a non pensare ad altro che alle onde, al mare e al relax.

Ma la gente sotto l’ombrellone legge e se vuoi fornire loro qualcosa di originale puoi farlo e, nello stesso tempo, puoi prepararti per la prossima nuova stagione.

#1 Trova un argomento interessante

Se ti devi preoccupare a cercare un’idea per un argomento originale per scrivere un contenuto che abbia un suo perché dovresti iniziare a leggere (sì, quello puoi farlo anche sotto l’ombrellone): dai libri agli articoli visualizzati direttamente su smartphone o sulle riviste cartacee. Lo spunto può arrivare ovunque e può diventare qualcosa di originale se hai la pazienza di documentarti e renderlo approfondito.

#2 Segui workshop

Se non hai un articolo da dover scrivere in poco tempo ma non sai come lanciare la prossima stagione, puoi iniziare a seguire webinar e workshop sul content marketing. C’è sempre qualcuno che saprà qualcosa più di te e ti potrà dare lo spunto giusto e al contempo potrai stare al passo con i tempi.

#3 Chiedi ai follower

Se hai una fetta di pubblico che ti segue e se sei a corto di idee fai una piccola inchiesta sul tuo o i tuoi social ufficiali. Potrai scoprire quale argomento le persone vorrebbero approfondire. Le risposte potrebbero stupirti e incentivarti allo stesso tempo.

#4 Trova il refuso

Una volta che hai scritto il tuo articolo in un sol fiato, di getto, fermati. Rileggilo. Magari togli qualche subordinata di troppo (le famose sbrodolature inutili). Se riesci scrivi prima in word, puoi più facilmente controllare se ci sono errori ed eliminare eventualmente i doppi spazi.

#5 Usa gli spazi bianchi

Lo spazio bianco è utile per dividere i paragrafi e fissare meglio i contenuti. Usalo per fare in modo che il testo non risulti esteticamente pesante e renderlo più leggibile.

#6 Rileggi e fai rileggere

L’ideale è rileggere il tuo articolo il giorno dopo. Si corregge meglio a mente fredda. Se hai la possibilità fai rileggere il tuo contenuto ad una o due persone. Quattro occhi sono meglio di due e sei sono ancora meglio.

#7 Rendi il tuo contenuto fruibile

Scegli font leggibili (Aria, Georgia, Open Sans…) evita font troppo arzigogolati tipo questo:

 

Può anche essere gradevole, ma se scrivi un intero articolo con questo font, difficilmente qualcuno arriverà alla fine.

#8 Scegli bene i colori e la grafica

Niente deve essere lì per caso. I Colori servono per far risaltare il testo (senza esagerare, però!) e la grafica ti serve per rendere più accattivante il tuo contenuto.

#9 Usa la SEO

Ci siamo dilungati molto sulla SEO (Search Engine Optimizations), se vuoi saperne di più puoi leggere questo:

3 Tendenze SEO per il 2017

Ricordati di avere alcune accortezze per ottimizzare i tuoi contenuti in ottica SEO per fare in modo che siano visti più facilmente on-line.

#10 Usa la call to action

Dulcis in fundo, quando concludi un articolo, ricordati di creare un form contatti per farti trovare dai tuoi lettori.

Ad esempio come questo che trovi qui sotto! Se vuoi approfondire o discutere qualche punto scrivici!

Gli errori che rovinano il tuo blog

Gli errori che rovinano il tuo blog

Il Blog è fondamentale

Il Blog è una parte centrale del tuo sito e della tua strategia web. In questa sezione vengono raccolti tutti quei contenuti che sono il cuore della comunicazione online che desideri attuare.

 

Oggi non ti parleremo di quanto sia importante avere un blog, perché ormai lo sanno tutti che Content is the King! 

Oggi vogliamo parlarti di alcuni gravi errori che possono rovinare il tuo blog e frenarti nel raggiungere i tuoi obiettivi.

Non iniziare mai

Spesso quando decidi di dedicare tempo ed energie al tuo nuovo blog prepari tutto con cura e rimandi l’uscita del tuo primo articolo a quando tutto sarà perfetto. Attento! La perfezione è sicuramente una nobile aspirazione ma può essere nemica di chi inizia un nuovo progetto. Buttati! Anche se tutto non è precisamente a posto puoi partire e grazie all’esperienza migliorare passo dopo passo.

Non Partire con una strategia

 

Una delle prime componenti che devi preparare è la strategia. Facile a dirsi! Ma dove iniziare? Beh se non hai idea, puoi prendere spunto dai tuoi competitors. Osserva attentamente come si muovono i migliori del settore e pensa come puoi creare un piano di comunicazione strategico utile ai tuoi obiettivi.

Copiare

Per la strategia e per i contenuti non copiare! Osservare i tuoi competitors è una cosa utile, scopiazzare di sana pianta è inutile e dannoso. In prima battuta perché Google detesta i contenuti duplicati. Se copi, stanne certo, prima o poi verrai beccato. Inoltre copiare non ti sarà di nessun aiuto. Quello che funziona per un progetto non è detto che funzioni per un altro e poi se non ci metti niente di tuo, perché aprire un blog ?

Non fare un piano editoriale

La pianificazione è una componente fondamentale della tua strategia. Programma mese per mese un piano editoriale che vada a progettare quando e quali contenuti vuoi pubblicare. Questo documento è molto importante si tratta di una vera e propria bussola che ti orienterà e farà in modo che il tuo blog mantenga sempre la giusta rotta anche nei giorni più tempestosi. Ricorda sempre di ritagliarti dei momenti per fare il punto della situazione e vedere se l’andamento del tuo progetto è coerente con i tuoi obiettivi.

Limitarsi al blog

Aprire un blog è sicuramente sempre un’ottima scelta. Ma per fare funzionare come vorresti un blog ci sono altre armi che ti possono aiutare molto.

  1. Social Network: aggregatori di contenuti favolosi. Se, per esempio, condividi gli articoli del tuo blog sulla tua pagina Facebook, se crei un’infografica con i tuoi contenuti per Instagram aumenterai la tua audience.
  2. Newsletter: le mail non sono morte, se hai una buona lista di contatti mail per il tuo lavoro crea un mailing mensile che inviti i tuoi destinatari a leggere i tuoi contenuti.
  3. Esci dal Blog: coltiva non solo i contenuti ma anche i rapporti con altri blogger del tuo settore. Un’intervista, un articolo di guest blogging, sono strategie per attirare traffico di qualità.

Scrivere in modo standardizzato

Fai in modo che il tuo blog sia riconoscibile. Con il tempo e con la pratica potrai dare un tono ed un’impronta ai tuoi contenuti. Ricorda che nella comunicazione il codice è importante quanto il messaggio. Pertanto dedica molta attenzione a come scrivi i tuoi testi e pensa sempre a chi sono diretti. Avere un tono riconosciuto dai tuoi lettori è un fattore di brand identity fondamentale.

Non scrivere in modo SEO-Friendly

Se scrivi sul web devi avere due basi fondamentali.

  1. La perfetta conoscenza grammaticale della lingua in cui scrivi.
  2. La perfetta conoscenza di come si scrive una pagina ottimizzata per la SEO. Più saprai mettere H1, H2 al punto giusto e migliore sarà la resa del tuo blog.

Se ti manca una di queste due componenti sarà molto difficile avere un buon riscontro da parte del pubblico. Comunque non disperare grammatica e SEO on-page si possono sempre imparare.

Non misurare i tuoi dati

Per controllare l’andamento dei tuoi articoli è fondamentale avere uno strumento che misuri le performance di ogni contenuto. In questo modo potrai analizzare, valutare ed ottimizzare per avvicinarti sempre di più ai tuoi obiettivi. Gli strumenti che puoi utilizzare sono molteplici: da Analitycs, Seozoom e Semrush solo per citarne alcuni.

 

Infine quando concludi un articolo, ricordati di creare sempre un call to action per i tuoi lettori! Come questa che trovi qui sotto! Se vuoi approfondire o discutere qualche punto scrivici!