L’intervista Hitchcock/Truffaut diventa un film

Il cinema secondo Hitchcock

Il cinema secondo Hitchcock è un testo che si basa su una lunghissima intervista del 1962 tra il regista francese François Truffaut e il cineasta inglese. Il testo cult sviscera e innova le teorie del cinema e soprattutto quelle legate alla figura del regista.

Ebbene, quella che è stata definita la bibbia del cinema diventerà un documentario diretto da Kent Jones inframmezzato da commenti di grandi protagonisti del cinema, da Martin Scorsese a Wes Anderson, che spiegheranno come il maestro inglese abbia influenzato la loro formazione.

Shakespeare and Company: cosa si cela dietro alla libreria

La libreria

George Withman dopo aver girato il mondo, decide di approdare a Parigi per aprire, nel 1951, una libreria che, a detta dello stesso fondatore, cela in sé un’utopia socialista. L’idea infatti è quella di offrire un tetto ad aspiranti scrittori, musicisti, appassionati e accaniti lettori. Il nome, Shakespeare and Company, è stato scelto nel 1964, in occasione del 400esimo anniversario dalla nascita di William Shakespeare.

La libreria è gestita ora dalla figlia di George, Sylvia. Di recente in questo piccolo angolo di Parigi ha ospitato, tra gli altri, Jonathan Safran Foer, Zadie Smith e Paul Auster e continua a creare eventi ogni settimana per mantenere viva l’affezione dei visitatori provenienti da ogni parte del mondo.

Ricordando Richard Matheson

Ricordando Richard Matheson

Le opere

Dopo aver pubblicato i primi racconti negli anni Cinquanta, Richard Matheson è entrato a pieno diritto nell’olimpo degli sceneggiatori cinematografici e televisivi. Scrisse molti episodi di serie tv come: Ai confini della realtà, Alfred Hitchcock presenta e Cronache marziane (adattamento dell’antologia di di Ray Bradbury). È stato uno scrittore prolifico di fantascienza e horror.

Matheson

Una delle prime opere letterarie è stata Duel, da cui l’emergente Steven Spielberg ne ha tratto un film. Lo stesso dicasi per Io sono leggenda da cui sono stati girati, solo da quest’unico romanzo, ben tre film: L’ultimo uomo della Terra (1964) con Vincent Price, Occhi bianchi sul pianeta Terra (1971) con Charlton Heston e Io sono leggenda (2007) con Will Smith. Tra le altre trasposizioni ricordiamo Al di là dei sogni (1998) con Robin Williams, The box con Cameron Diaz (2009) e il recente Real Steel (2011) con Hugh Jackman. Ha scritto circa 80 produzioni per il piccolo e il grande schermo.

L’ Academy of Science Fiction, Fantasy and Horror Film avrebbe dovuto consegnargli un premio ma un portavoce ha reso nota la scomparsa dello scrittore all’età di 87 anni a Los Angeles. Si può dire, però, che il premio più grande sia stato quello di influenzare ed ispirare menti brillanti come Stephen King che gli ha dedicato il romanzo Cell nel 2006, e Steven Spielberg che lo ha considerato un grandissimo scrittore, al pari degli altri grandi Bradbury e Asimov.